Loading...

L'età del disordine. Storia del mondo attuale 1968-2017

Finalista 2018

Opera:
L'età del disordine. Storia del mondo attuale 1968-2017
Casa editrice:
Laterza
Opera

L'età del disordine è un tempo dominato dalla paura, che è figlia dell’ignoranza. Ci sembra di vivere in balia del caos. La globalizzazione è divenuta per molti un incubo: robot che sostituiscono operai, stabilimenti che si trasferiscono in Serbia o in Cina, crisi finanziarie a ripetizione, ondate di immigrati che affluiscono alle frontiere, attentati terroristici.

Questo libro è un tentativo di trovare un ordine in tutto ciò, a partire dai cinque anni che aprono questa nuova era: 1968-1973. Iniziano allora i grandi mutamenti da cui è scaturito il mondo attuale: il predominio della finanza sulla produzione, la graduale perdita della presa delle due superpotenze sul mondo, l’uscita dal sottosviluppo di un numero crescente di paesi asiatici, una maggiore consapevolezza del fatto che gli equilibri ambientali stanno saltando.

La globalizzazione non è un complotto. Non è molto diversa da quella di cento anni fa, quando migranti, capitali, merci e informazioni si spostavano in misure paragonabili a quelle odierne. Allora la politica la fermò, con i nazionalismi e due guerre mondiali, al prezzo di settanta milioni di morti. Oggi, in preda alla paura, si diffonde la stessa tentazione. Per non ripercorrere quella strada c’è bisogno di una nuova politica che sappia elevarsi al livello planetario delle sfide: migrazioni, finanza, povertà ed ineguaglianze, clima.


Giudizio della Giuria

Dal secolo breve al mezzo secolo lungo: l’innovativa periodizzazione proposta da Tommaso Detti e Giovanni Gozzini assegna un ruolo decisivo al periodo compreso tra il 1968 e il 2017. A segnare la svolta è tanto la contestazione giovanile, quanto l’andamento di un’economia globale che, benché messa più volte alla prova, si articola da quel momento in poi in una serie di processi ancora oggi cruciali per la nostra quotidianità. Le migrazioni, il rivoluzionario assetto del sistema delle comunicazioni e l’avvento del capitalismo di Stato cinese sono soltanto alcuni degli aspetti del caos apparente attraverso il quale – abbandonati gli schematismi della Guerra fredda – gli studiosi ci invitano a riconsiderare i drammi e le sfide di un presente che, grazie a questo libro, ci appare molto meno indecifrabile di quanto potessimo pensare.


Alessandro Zaccuri

Autore

Giovanni Gozzini Tommaso Detti

Tommaso Detti ha insegnato Storia contemporanea al Dipartimento di Scienze storiche e dei Beni culturali dell'Università di Siena. Tra le sue pubblicazioni: Ernesto Ragionieri e la storiografia del dopoguerra (a cura di, con G. Gozzini, Milano 2001); La rivoluzione industriale tra l'Europa e il mondo (con G. Gozzini, Milano 2009); Le origini di Internet (con G. Lauricella, Milano 2013); Le guerre in un mondo globale (a cura di, Roma 2016).

Giovanni Gozzini insegna Storia contemporanea, Storia del giornalismo e History of globalization al Dipartimento di Scienze sociali, politiche e cognitive dell'Università di Siena. Tra le sue pubblicazioni, Storia del giornalismo (Bruno Mondadori 2000) e Storia contemporanea (2 volumi, con T. Detti, Bruno Mondadori 2000 e 2002). Per Laterza, La mutazione individualista (2011).

Altre opere Edizione 2018